Sfilate di moda in Italia: un fenomeno che va al di là della moda

Le sfilate di moda, riescono ad esprimere come poche altre cose, l’identità di un Paese come l’Italia.

È questo, e non solo, il motivo per cui le sfilate di moda in Italia riescono a mobilitare così tanta attenzione mediatica fra operatori del settore, mondo dello spettacolo e semplici curiosi alla ricerca di quali saranno le tendenze della moda per la nuova stagione.

Le sfilate di moda, però, non rappresentano più solo un business per le grandi firme della moda mondiale, ma sono lo specchio della creatività che da sempre, l’Italia riesce ad esprimere nella moda.

Sulle passerelle delle sfilate milanesi ad esempio, sono passati tutti i più grandi stilisti del mondo nonché le muse ispiratrici che decennio dopo decennio, hanno saputo dare corpo all’idea di bellezza e di moda.

Le sfilate di moda, in Italia come altrove, diventano il luogo attraverso cui le maison lanciano non solo nuove collezioni, ma pianificano nuove strategie per il mercato.
Negli ultimi tempi poi, grazie ad un rapporto sempre più prolifico fra la moda ed altri settori come cinema, musica, arte, enogastronomia e cultura, le sfilate di moda sono un ambito sempre più vasto in termini di impatto sociale e ricadute economiche.

Gli appuntamenti in Italia non mancano, e le sfilate di moda, stanno diventando un evento non solo per chi segue questo tipo di eventi per lavoro, ma anche da chi ne riesce a cogliere gli aspetti più vitali e interessanti per la quotidianità.

Sfilate di moda per respirare innovazione e creatività

Da Roma a Milano, le sfilate di moda rappresentano eventi che si estendono ad ambiti davvero molto diversificati fra loro, ed entrano a far parte, sempre di più, del calendario degli eventi legati all’agenda degli eventi culturali di una città.

Sfilate di moda per brand affermati come la settimana della moda milanese, che per due volte all’anno, monopolizza l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori della moda mondiale. Settembre e marzo, gli imperdibili appuntamenti per conoscere le collezioni primavera – estate e autunno – inverno della stagione successiva.

Ma quando si parla di sfilate di moda in Italia, non c’è solo Milano con la sua Milano Fashion week, ma anche Firenze, uno dei punti di riferimento per la moda maschile con Pitti Uomo. Anche in questo caso, doppio appuntamento, in autunno e in primavera per presentare le collezioni dei principali brand della moda maschile ma non solo. Firenze ospita infatti da molti anni degli spazi dedicati a giovani stilisti e designer per consentirgli di sfruttare la visibilità mediatica di un grande evento come quello fiorentino.
Interamente dedicate al vulcanico mondo dei giovani creativi sono invece le giornate della moda romana, con Roma Alta Moda. Un evento con cui si è deciso di creare una vetrina prestigiosa per stilisti in cerca di affermazione, e, allo stesso tempo, una formula innovativa per creare un reale sostegno alle realtà più promettenti della moda e del design italiano.

Le sfilate sono diventate inoltre, grazie alla crescita del peso che fashion blogger ed influencer hanno assunto nelle dinamiche di costume, un evento largamente partecipato da un pubblico sempre più ampio e sempre più sensibile a riconoscere le dinamiche della moda.

Non si tratta più soltanto di mettersi seduti a guardare la bellezza delle collezioni proposte. Le sfilate di moda in Italia sono diventate uno dei canali di interazioni più importanti per fare moda, arte e vivere tra gli eventi culturali e artistici più importanti delle città della moda Italiane.